Agrigento, gradimento politici locali il sindaco Zambuto nono nella graduatoria nazionale

Il Sindaco di Agrigento Marco Zambuto occupa la nona posizione nella graduatoria nazionale e il primo posto in Sicilia del gradimento ottenuto dai protagonisti della politica locale da parte dei cittadini.

È il dato emerso dal sondaggio commissionato dal “Sole 24 Ore” sul gradimento ottenuto dai politici locali, in base alle interviste effettuate dal 25 settembre al 15 dicembre 2013 su un campione di 2.000 elettori di ogni regione disaggregati per sesso, età e area di residenza al quale è stato chiesto un giudizio complessivo sull’operato del sindaco della propria città nell’arco del 2013 e se avesse rivotato il sindaco attualmente in carica.

Nel panorama complessivo di disaffezione alla politica e di sfiducia nei confronti degli amministratori locali i cittadini di Agrigento ed il loro sindaco Marco Zambuto dimostrano che il buon amministrare la cosa pubblica, avendo come obiettivo la crescita complessiva del territorio e la salvaguardia degli interessi legittimi delle famiglie e dei singoli cittadini, ottiene sempre il consenso ed il riconoscimento della parte sana e consapevole di ogni comunità amministrata.

“Pur tra mille difficoltà – dichiara Zambuto – soprattutto di carattere finanziario, non addebitabili a questa Amministrazione ma alla grave contingenza economica nazionale che ha messo in crisi tutti i comuni d’Italia e la continua campagna denigratoria di qualcuno, siamo riusciti, anche grazie al sacrificio economico che gli agrigentini con grande senso di responsabilità e civismo stanno sopportando, a consolidare il bilancio comunale che ci consente di assicurare alla città tutti i servizi necessari ed essenziali”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Agrigento, gradimento politici locali il sindaco Zambuto nono nella graduatoria nazionale Agrigento, gradimento politici locali il sindaco Zambuto nono nella graduatoria nazionale ultima modifica: 2014-01-13T11:05:41+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento