Lucca, nessun disinteresse nei confronti del Summer Festival

Questa, in sintesi, la risposta dell’amministrazione comunale al patron del Summer Festival Mimmo D’Alessandro, all’indomani del suo “j’accuse” nei confronti del Comune, che a suo avviso avrebbe dimostrato scarso interesse nei confronti della rassegna musicale giunta quest’anno alla XV edizione.
La giunta guidata dal sindaco Alessandro Tambellini, consapevole dell’importanza che riveste per Lucca la manifestazione, sia come veicolo di notorietà in Italia e all’estero, sia per i positivi risultati economici che realizza ogni anno sull’indotto, lo scorso marzo ha firmato una convenzione pluriennale che impegna i soggetti coinvolti (oltre al Comune, la Provincia, il Teatro del Giglio, l’istituto musicale “Boccherini” e la DI and GI srl) a garantire una continuità del Summer e del Winter Festival fino al 2017, stabilendo in sintesi i termini della collaborazione tra le parti.

E’ proprio sulla base di questo impegno reciproco che l’amministrazione comunale ritiene si debba ragionare e confrontarsi.

Per quanto riguarda l’immobile di piazza del Giglio, di proprietà dell’amministrazione, la giunta ha stabilito di utilizzare questi spazi, centralissimi, per realizzarvi la Casa della Città, che servirà ad attivare la partecipazione dei cittadini alla elaborazione del Piano Strutturale e più in generale verrà utilizzato per promuovere la conoscenza dei progetti che interessano la città. La decisione, assunta nell’ottica di garantire la massima visibilità al percorso attivato sullo strumento di pianificazione urbanistica essenziale e molto atteso dalla comunità locale, è stata comunicata sia dall’ufficio di gabinetto del sindaco allo stesso D’Alessandro, sia dall’ufficio urbanistica alla DI and GI.

Ferma restando la volontà di utilizzare questo spazio come fulcro di tutta l’attività di informazione e partecipazione sul PS, tuttavia l’amministrazione comunale ritiene si possa realizzare una convivenza con l’attività del Summer Festival; il tutto nella prospettiva a più lungo termine che prevede di trasformare questo luogo nella biglietteria unica della città, e dove dunque lo stesso Summer e Winter Festival potranno avere la loro collocazione, ovviamente da concordare.

“La considerazione che l’amministrazione ha nei confronti del Summer Festival – dichiara a questo proposito il sindaco Alessandro Tambellini – la si può facilmente dedurre dalla convenzione che abbiamo sottoscritto meno di un anno fa. In quel documento ufficiale, nelle premesse, si dice a chiare lettere che questa manifestazione, che di anno in anno registra sempre maggiore gradimento, è centrale per Lucca e che le pubbliche amministrazioni, segnatamente il Comune, intendono proseguire nel rapporto di collaborazione fattiva con la DI and GI. Detto questo è però altrettanto importante capire che il Comune e la città hanno altri progetti e altri settori da portare avanti e che la decisione ultima sull’utilizzo di uno spazio come quello di piazza del Giglio spetta all’amministrazione comunale. Abbiamo ritenuto che il Piano strutturale e il governo del territorio rappresentassero temi fondamentali, dove la visibilità, e dunque la possibilità di accesso e conoscenza da parte dei cittadini, fosse essenziale, e questo ci ha fatto optare per la Casa della città, la cui presenza tuttavia non esclude quella del festival musicale. A D’Alessandro quindi dico parliamone, ma in maniera serena e aperta. Credo infatti che tutti, a partire da me e dalla giunta che io ho nominato e nella quale ho piena fiducia, vogliamo la stessa identica cosa, e cioè che il Summer Festival continui a realizzare successi e risultati importanti per la città e il territorio”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Lucca, nessun disinteresse nei confronti del Summer Festival Lucca, nessun disinteresse nei confronti del Summer Festival ultima modifica: 2014-01-12T09:20:22+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento