Potenza, Presidenza Consiglio Pd non condiviso scelta

“Apprendere attraverso la stampa che il gruppo consiliare del Pd avrebbe deciso di eleggere Piero Lacorazza alla presidenza del Consiglio Regionale, in assenza di alcuna interlocuzione con le forze politiche alleate, chiarisce e completa il quadro delle relazioni tra Pd e alleati”. E’ quanto afferma il segretario regionale Psi, Livio Valvano.
“L’incapacitá del Pd di relazionarsi con il Presidente – continua Valvano –  lo ha costretto a far ricorso a risorse esterne alla Basilicata, a personalità di rilievo nazionale che si sono messe a disposizione per la nostra Regione.
Speravamo che il comportamento degli elettori, innanzitutto alle primarie e poi con l’astensionismo di novembre, riuscisse a smuovere le coscienze della classe dirigente lucana.
In verità continuiamo a sperarlo ma non possiamo restare indifferenti di fronte ad un comportamento oggettivamente arrogante di un partito che  non sente neanche la necessità di coinvolgere le forze politiche della coalizione già dal primo momento, dal compimento dell’atto iniziale, attraverso la condivisione di colui che dovrà garantire il buon funzionamento dell’assemblea consiliare.
Se il Pd ha ritenuto di dover valutare da solo, senza preoccuparsi di coinvolgerci nella decisione, siamo convinti che lo stesso Pd non piangerà se il Psi lunedì non parteciperà al voto.
I socialisti auspicano che il governo regionale, senza alcun timore,  proceda con determinazione e celerità nell’attuazione del programma di governo che abbiamo convintamente sostenuto in campagna elettorale e che continueremo a sostenere senza alcuna esitazione.
Prendiamo atto della volontà del Pd di non volere relazioni con gli alleati e andiamo avanti sostenendo il governo regionale per mantenere gli impegni con la Basilicata dei cittadini, unica nostra vera alleata  insieme al Presidente e alla sua Giunta, alleati coerenti fino a quando insieme perseguiremo l’interesse generale”.

Lascia un commento