Prato, Enrico Rossi solidale con il dottor Marco Sarchielli

“Sono solidale con il dottor Marco Sarchielli per la vicenda giudiziaria che lo vede imputato di omicidio colposo per il suicidio di una giovane donna. Esprimo la mia vicinanza alla famiglia della paziente per la grave perdita, ma sento anche il dovere di sottolineare l’impegno quotidiano dei servizi di salute mentale nel sostegno e nella cura dei pazienti con disturbi gravi”. Con queste parole il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, commenta la vicenda giudiziaria che ha coinvolto il medico dell’Asl di Prato.

“So che la paziente – prosegue – era stata per un lungo periodo di tempo seguita con particolare attenzione attraverso una rete complessa di interventi. Sul piano più generale è ormai matura da tempo la necessità di un intervento legislativo per non esporre a conseguenze del genere medici onesti e impegnati che svolgono con passione il lavoro lavoro, ed evitare – conclude Rossi – l’avvio di processi penali che li feriscono e li inducono a una medicina difensiva che ha effetti pericolosamente negativi sulla qualità delle cure”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento