Al, chiusura sede di Venosa è solo temporanea

“Al fine di fugare dubbi ed errate interpretazioni, si ribadisce che la chiusura della sede di Acquedotto Lucano a Venosa è temporanea e rientra nella logica di riorganizzazione aziendale finalizzata a una ottimizzazione dei costi che ha già portato, nei mesi scorsi, alla chiusura, sempre temporanea, di altri uffici e che nei prossimi mesi potrebbe interessare anche altre sedi”. E’ quanto precisa una nota dell’ufficio stampa di Acquedotto Lucano.
“Non è assolutamente prevista nessuna chiusura definitiva né della sede di Venosa né di altre e il trasferimento dei dipendenti è anch’esso momentaneo e dettato dalla necessità di organizzare il lavoro in queste fasi. Ricordiamo, inoltre, che in attesa della riapertura della sede di Venosa, gli utenti dei comuni di Venosa, Palazzo San Gervasio, Forenza e Montemilone possono recarsi nella sede di Acquedotto Lucano a Genzano di Lucania (via Bachelet, 3) o contattare telefonicamente gli uffici allo 0971 775451.
Gli utenti dei comuni di Ginestra, Ripacandida, Maschito e Lavello possono, invece, recarsi nella sede di Acquedotto Lucano a Melfi (via Capanne) o contattare telefonicamente gli uffici allo 0972 239890.
Come già detto, la riapertura della sede di Venosa sarà tempestivamente comunicata.
Intanto, Acquedotto Lucano si scusa per i disagi, seppur temporanei, che questa nuova organizzazione può comportare.
Per informazioni contattare il numero verde 800992292 o consultare il nostro sitowww.acquedottolucano.it “

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento