Cerignola, frate Antonio Belpiede procuratore generale dei Frati minori cappuccini

Si tratta del primo frate pugliese a ricoprire l’incarico di procuratore generale dell’Ordine. Avrà, tra gli altri, il compito di curare le pratiche giuridiche tra gli undici mila frati minori cappuccini e la Santa Sede, di visionare le pratiche di autorizzazione di spesa straordinaria e di visionare le domande di grazia (dispensa dai voti) al Santo Padre. Inoltre curerà l’indirizzo penale per eventuali colpe commesse dai frati appartenenti all’Ordine.

Lavorerà in sinergia con il cardinale Patrick O’Malley, arcivescovo di Boston e anche lui cappuccino, che fa parte del consiglio di cardinali incaricato da Papa Francesco di proporre una riforma della Curia.

Frate Antonio Belpiede è divenuto frate minore cappuccino nel 1981 e presbitero dal 1988, è giurista civile (Università di Bari) e canonico (Pontificia Università della Santa Croce – Roma). Ha insegnato Diritto canonico presso gli studi teologici di Campobasso e Bouar (Repubblica Centrafricana). E’ giornalista, direttore de “L’Amico del Terziario”, poeta e predicatore in Europa e in Nord-America. E’ stato inoltre vicario provinciale e portavoce dei Cappuccini di Sant’Angelo e Padre Pio e assistente spirituale dell’Ordine francescano secolare di Puglia e Molise.

9 su 10 da parte di 34 recensori Cerignola, frate Antonio Belpiede procuratore generale dei Frati minori cappuccini Cerignola, frate Antonio Belpiede procuratore generale dei Frati minori cappuccini ultima modifica: 2014-01-02T02:39:24+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento