Milano, il Comune offre mille metri quadri in 11 spazi per attività commerciali

Undici spazi comunali per oltre mille metri quadri, distribuiti nelle varie zone della città, diventeranno nuovi negozi e uffici grazie all’asta appena aperta dal Comune che si chiuderà il prossimo 7 febbraio.

Sono 8, in particolare, gli spazi destinati a nuove attività commerciali e si trovano in via Anfiteatro, via Faenza, via Paravia, via Palmanova e via Rizzoli. A questi si aggiungono due uffici in via Borsieri e via San Maurilio e un deposito in via Appennini.

“Negli ultimi due anni – ricorda l’assessore al Demanio Daniela Benelli – l’Amministrazione comunale ha messo a bando numerosi spazi commerciali di sua proprietà, consentendo l’apertura di 52 nuovi negozi. Una dimostrazione di come i locali del Comune rappresentino una valida alternativa al mercato privato e siano per l’Amministrazione un’occasione di reddito certo. Solo per questi spazi, infatti, il Comune introita canoni per oltre 740 mila euro all’anno con un tasso di morosità praticamente nullo”.

Per quanto riguarda le tipologie commerciali dei 52 nuovi negozi, si tratta per la gran parte di attività alimentari (uno spazio su tre è diventato un bar, un’enoteca o una panetteria, solo per citare alcuni esempi) cui si aggiungono librerie, laboratori artigianali, edicole, pompe funebri, lavanderie etc. Non mancano poi le sedi di uffici e associazioni.

L’ultima gara per assegnare spazi commerciali si è chiusa a ottobre con un risultato, in termini di partecipazione, molto positivo: circa 60 offerte arrivate per soli 8 spazi. Locali che saranno assegnati prossimamente dopo le verifiche, tuttora in corso, sui titolari delle offerte e sul tipo di attività che avvieranno negli spazi messi a bando.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, il Comune offre mille metri quadri in 11 spazi per attività commerciali Milano, il Comune offre mille metri quadri in 11 spazi per attività commerciali ultima modifica: 2013-12-30T09:01:10+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento