La Regione finanzia interventi urgenti viabilità Collevalenza

Saranno finanziati dalla Regione Umbria gli interventi urgenti per la sistemazione della strada provinciale di Collevalenza, nel comune di Todi. Lo ha stabilito la Giunta regionale nella sua ultima seduta, accogliendo la proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Silvano Rometti.

“Pur nelle difficoltà finanziarie dovute ai pesanti tagli ai trasferimenti – spiega l’assessore – la Regione si farà carico dei costi dei lavori per sistemare il tratto della strada provinciale 414-4 di Collevalenza maggiormente dissestato e che da tempo necessita di una sistemazione adeguata”.

Diverse le segnalazioni pervenute alla Regione dalla Provincia di Perugia, ente proprietario e gestore della strada, che nello stimare in 580mila euro il costo complessivo degli interventi necessari per la manutenzione nel tratto Servarelle e in quello compreso tra il bivio Torri e Collevalenza, ha comunicato di non essere in grado di poter stanziare alcuna risorsa per tali lavori.

A rappresentare la loro preoccupazione per le condizioni attuali della viabilità, erano stati anche il Comune di Todi e la comunità religiosa del Santuario dell’Amore Misericordioso, meta di pellegrinaggi da varie parti d’Italia e dal mondo, la quale aveva richiamato l’attenzione sull’affluenza di pellegrini e turisti attesi nel maggio 2014 alle celebrazioni per la beatificazione della fondatrice, Madre Speranza.

“La Giunta regionale – sottolinea Rometti – ha stanziato circa 250 mila euro a valere sul bilancio regionale, con i quali sarà assicurata l’esecuzione di un primo stralcio degli interventi di sistemazione della strada provinciale di Collevalenza. I lavori garantiranno un miglioramento della viabilità nel territorio della frazione Tuderte, accrescendone la fruibilità e la sicurezza”.

9 su 10 da parte di 34 recensori La Regione finanzia interventi urgenti viabilità Collevalenza La Regione finanzia interventi urgenti viabilità Collevalenza ultima modifica: 2013-12-23T10:10:40+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento