Rivolta d’Adda, il falegname Mauro Pansera investito e ucciso da un tir pirata

L’uomo di 48 anni di Treviglio è deceduto sotto le ruote di un’autocarro che non si è fermato dopo il sinistro. Quando è giunta l’ambulanza i medici hanno rianimato Mauro Pansero e lo hanno trasportato in ospedale. Le sue condizioni erano drammatiche: una spalla rotta e le gambe spappolate. Non ce l’ha fatta.

Ora gli agenti della Polstrada cercano le tracce del sinistro. La vittima era a terra a pochi metri dall’inizio del ponte sull’Adda, in una zona buia, mentre la sua moto, una Aprilia 400, era oltre cento metri più avanti. Sul posto della collisione sembra che gli agenti abbiano trovato alcuni pezzi appartenenti all’autocarro poi fuggito. La procura di Cremona è stata avvertita e il magistrato ha deciso di non procedere con l’autopsia, ma ha ordinato un esame esterno della vittima.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin