Aversa, fuori pericolo la moglie di Paolo Prisco

82

Dopo essere stata colpita con 30 fendenti al volto, all’addome e al torace era arrivata all’ospedale Moscati in gravi condizioni. I medici l’hanno operata, salvandole la vita. Paolo Prisco intorno alle 10 di questa mattina, si è recato a casa dell’ex moglie dicendo che doveva portare i bambini, di 2 e 5 anni, a fare delle commissioni. La donna durante la lite era riuscita a gridare al figlio di 5 anni di correre a casa dei vicini per chiedere aiuto poco prima di cadere a terra priva di coscienza per le coltellate ricevute dal marito.

“Il chirurgo che ha operato la donna ha contato molte più coltellate: non sono 30, ma vanno dalle 80 alle 100 ferite da taglio e lacero-contuse”, ha detto il direttore dell’ospedale Moscati di Aversa, Giuseppe Tatavitto. “Si sono appena conclusi tutti i vari interventi a cui è stata sottoposta – ha aggiunto il direttore – fortunatamente le ferite non sono state profonde. Le più gravi sono due, entrambe al polmone destro e sinistro, ma la situazione è sotto controllo. Resta in prognosi riservata, ma non dovrebbero esserci complicazioni”.