Sono Made in carcere i regali dei milanesi

Dalle biciclette in bambù con ruote hi-tech sino alle piante ornamentali e officinali, passando per le borse e gli accessori decorati con gli inconfondibili gatti di San Vittore, oltre al design ricercato di lampade e complementi d’arredo in legno realizzati a Bollate e a tanti giocattoli in legno e stoffa per i più piccoli. Sono alcune delle idee regalo e dei prodotti realizzati con maestria e creatività artigiana che i milanesi potranno acquistare presso lo spazio AIR, Acceleratore d’Impresa Ristretta in viale dei Mille 1, angolo piazzale Dateo. Lo store di 200 mq e  5 vetrine su strada, nato a febbraio da un’idea del  Comune di Milano, del Provveditorato alle Carceri e di 15 realtà imprenditoriali oggi diventate 22, vuole commercializzare e far conoscere ai cittadini quanto di meglio viene realizzato e prodotto dai detenuti di Bollate, Opera, San Vittore e Beccaria.

La prima a fare acquisti per un Natale che coniuga solidarietà e originalità è stata l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Moda e Design Cristina Tajani, che ha visitato gli spazi di AIR: “Proprio in questi giorni – spiega l’assessore – abbiamo chiuso il secondo bando per l’identificazione delle nuove cooperative che vogliono creare impresa all’interno delle case circondariali di Milano e avvalersi delle opportunità offerte dall’Acceleratore d’Impresa Ristretta, avviando produzioni di qualità che consentano, nel contempo, il recupero sociale della persona attraverso il lavoro. Le nuove cooperative, passate in meno di un anno da 15 a 22, – ha concluso Tajani – avranno a disposizione fondi per 600mila euro utili ad iniziare un percorso imprenditoriale all’interno delle carceri”.

Diversi i prodotti in vendita PLINIOLTRE e BORSEGGI, sono i due brand di arredamento, borse e design nati nel carcere di Milano-Opera grazie all’impegno della cooperativa Opera in Fiore e al sostegno dell’assessorato alle Politiche del Lavoro del Comune di Milano e del Provveditorato alle Carceri. STILE LIBERO crea packaging in legno di alta qualità ideale per confezioni regalo; E.S.T.I.A. realizza giochi e arredi in legno per l’infanzia ideati in collaborazione con l’Associazione italiana del design e l’Istituto per la sicurezza del giocattolo, mentre AMBROSIANA PIETRE DURE svolge attività di taglio e lavorazione di pietre dure e pietre preziose per la produzione di una collezione di piccola bigiotteria presentata, per la prima volta, anche all’edizione 2013 dell’Artigiano in Fiera.

Lo spazio di viale dei Mille consente attualmente a 22 diverse realtà imprenditoriali, a rotazione, di esporre e vendere i propri prodotti e servizi. Dalla manutenzione del verde e coltivazioni floro-vivaistiche ai lavori di falegnameria, sartoriali e pelletteria; dai servizi di call center e data entry a quelli di ristorazione, banqueting e catering, passando dalla realizzazione di impianti e quadri elettrici fino alla creazione di mobili ecosostenibili, scenografie e produzioni video. La finalità dell’Acceleratore d’Impresa Ristretta consiste nell’agevolare i contatti tra imprese carcerarie, imprese esterne e cittadini, nell’ottica di considerare le carceri quali “siti produttivi” e veri e propri incubatori d’impresa.

9 su 10 da parte di 34 recensori Sono Made in carcere i regali dei milanesi Sono Made in carcere i regali dei milanesi ultima modifica: 2013-12-19T23:08:15+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento