Firenze, per risolvere il problema del sovraffollamento ci vuole l’amnistia

In merito al protocollo siglato nella giornata di ieri dal Governatore Enrico Rossi e dal Ministro della Giustizia Cancellieri sul tema carcerario, intervengono il consigliere provinciale radicale Massimo Lensi ed il segretario dell’associazione radicale ‘Andrea Tamburi’, Maurizio Buzzegoli: “E’ meritevole – dicono – l’iniziativa promossa dal Presidente Enrico Rossi e sostenuta dalla ministro Cancellieri, ma ancora non basta a risolvere la drammaticità del sistema penitenziario toscano che, ad oggi, vede presenti negli istituti circa 1000 detenuti in più rispetto alla capienza regolamentare”.

I due esponenti radicali proseguono sulla riapertura di Pianosa: “Abbiamo già espresso la nostra contrarietà a questa decisione: riaprire Pianosa è una scelta controproducente”. Infine, Lensi e Buzzegoli, ribadiscono la proposta di amnistia: “Il prossimo Natale marceremo a Roma per l’amnistia e l’indulto: unici due provvedimenti capaci di farci rientrare nella legalità costituzionale e internazionale”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, per risolvere il problema del sovraffollamento ci vuole l’amnistia Firenze, per risolvere il problema del sovraffollamento ci vuole l’amnistia ultima modifica: 2013-12-18T11:02:09+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento