Firenze, Centro Factoring gravi e inspiegabili le motivazioni degli esuberi

“Ho presentato una domanda di attualità all’assessore competente in merito alla vicenda delle fusioni tra Centro Factoring di Firenze , gruppo bancario Intesa San Paolo , che ha incorporato la Cassa di Risparmio di Firenze, con quello di Milano e delle difficoltà del Centro Leasing di. Firenze, la cui sede è già stata spostata da Firenze.
Il cuore della vicenda è che si vogliono attivare 40 esuberi in una società che fa 17 milioni di euro di utile e si fonde con un’ altra che di utile fa 107 milioni.” Lo ha detto oggi in Consiglio la presidente della commissione lavoro Stefania Collesei “Io e il consigliere Michele Pierguidi abbiamo ricevuto i rappresentanti di questi lavoratori e davvero non comprendiamo come si possano creare esuberi in aziende che hanno forti utili,siamo vicini ai lavoratori e alle loro famiglie Per questo mi ha ha fatto piacere sapere che a breve la questione finirà sul tavolo provinciale delle crisi aziendali,come ha detto l’assessore Biagiotti, e a lei chiedo di coinvolgere il rappresentante del comune di Firenze al’ interno della Cassa di Risparmio. Ritengo scandaloso che le banche , che dovrebbero sostenere l’economia del territorio decidano di disfarsi di 40 persone su 95 con i bilanci in attivo!”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento