Milano, l’acqua costa poco e la percentuale di non utilizzo è molto bassa

Il presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà, è intervenuto con un saluto di apertura, alla “Conferenza nazionale sulla regolazione dei servizi idrici” promossa dall’Autorità per l’energia elettrica ed il gas. L’incontro, il secondo organizzato al Centro congressi dell’Ente dopo l’assegnazione all’authority delle responsabilità legate alla regolazione del settore, è stato introdotto, come di consueto, dal presidente Guido Bortoni, che ha avviato il confronto con gli operatori del comparto.

“A 19 anni dalla “legge Galli”, dopo tante traversie di carattere giuridico, è stato compiuto nel nostro territorio un lavoro straordinario, grazie anche alle professionalità di cui disponiamo – ha dichiarato Podestà -. Mi riferisco, in particolare, all’approvazione prima di Natale di un piano d’ambito modello, frutto di una grande aggregazione industriale. Mi piace sottolineare che in Lombardia, come nel Milanese, l’acqua è buona e con una percentuale di non utilizzo molto bassa, assai lontana dai picchi del 50% rilevati, purtroppo, in alcune regioni del Sud. Il costo del servizio nella nostra provincia è, inoltre, contenuto. Considero, però, fondamentale mantenere vivo il dialogo con l’authority: è necessario dare seguito a un confronto continuo per far fronte alla complessità della normativa”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, l’acqua costa poco e la percentuale di non utilizzo è molto bassa Milano, l’acqua costa poco e la percentuale di non utilizzo è molto bassa ultima modifica: 2013-12-14T07:25:35+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento