Milano, Comune e Università Cattolica premiano le migliori App

Premiati all’Acquario civico i vincitori di “Statistica, Open Data e Società” il primo contest promosso da Università Cattolica e Comune di Milano per le migliori analisi condotte a partire dai data set messi a disposizione dell’Amministrazione, siano esse App, infografiche, tesi, report o articoli realizzati in occasione dell’anno internazionale della statistica.

A premiare i lavori meritevoli, scelti tra 21 prodotti realizzati dai 28 partecipanti, l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Ricerca e Università Cristina Tajani insieme a Guido Consonni, presidente della Giuria “Statistica, Open Data e Società” dell’Università Cattolica e Alessandro Rosina, direttore del Laboratorio di Statistica applicata alle decisioni economico-aziendali dell’ateneo.

“Grazie a questo contest abbiamo ulteriormente valorizzato il patrimonio informativo contenuto nel portale Open Data del Comune, mostrando l’utilità di queste informazioni per comprendere meglio le trasformazioni della città”, ha detto l’assessore allo Sviluppo economico, Università e Ricerca, Cristina Tajani. “Grazie ai set di dati pubblicati – ha proseguito l’assessore Tajani – su quartieri, popolazione e servizi disponibili, le informazioni dell’Amministrazione sono diventate opportunità di crescita tradotte in lavori che possono essere venduti sul mercato da studenti e ricercatori”.

I lavori in concorso per il 61,9% provengono da under 30, il 38,1% ha come autore una donna, il 41,9% sono in forma di infografica, app o presentazioni, il 58,1% in forma di tesi, articolo o report. Il primo dei lavori premiati è un’analisi realizzata sulle nascite per età della madre a Milano. Lo studio entra nel dettaglio degli aspetti socio-demografici, quali la differenza nella fecondità tra le diverse aree milanesi; l’età delle madri alla nascita dei figli che varia tra i 31 e i 35 anni; la probabilità di avere un figlio dopo i 40 anni, sotto il 15% in Italia, al 21% in un’area milanese; la probabilità di avere un figlio prima dei 25 anni, notevolmente scesa nel tempo e al 15% in alcune aree.

Un altro progetto premiato ha concentrato l’analisi sulla quantità di servizi presenti in ogni quartiere di Milano: servizi sociali, aggregazione, cultura, sport, aree verdi. Una mappa tematica visualizzabile su http://opengisitalia.it/statmi-bene  che permette di ottenere informazioni quali l’area della zona, la percentuale di verde e il numero di servizi per ciascuna categoria.

Spazio anche all’analisi dello sviluppo urbano, con particolare riferimento ai giovani. Presenza o assenza di strutture scolastiche, centri di aggregazione giovanile, biblioteche, strutture sportive e mediche. Tutte variabili che influiscono sulla crescita del giovane. Il prodotto analizza la dislocazione di scuole, strutture informative e culturali nelle diverse aree in relazione alla quantità di giovani presenti.

Il contest si basa sull’utilizzo degli Open data che appartengono alla collettività e, come tali, possono essere utilizzabili senza restrizioni da chiunque, anche per favorire la democrazia partecipativa dei cittadini ora maggiormente consci della realtà in cui vivono. Gli argomenti più scaricati dal portale Open data del Comune di Milano (ottobre 2013) sono quelli relativi a dati demografici (448 download), traffico e trasporti (308 download), economia (258 download), sociale (161 download).

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, Comune e Università Cattolica premiano le migliori App Milano, Comune e Università Cattolica premiano le migliori App ultima modifica: 2013-12-14T12:11:17+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento