Delia, punteruolo rosso ecco gli obblighi dei proprietari di palme infestate

Punteruolo rossoIl fenomeno è seguito con attenzione dall’Assessore all’Agricoltura e dai dirigenti degli uffici competenti che da qualche settimana sono al lavoro per evitare il diffondersi della infestazione, mettendo in atto tutti gli interventi previsti sulle piante ammalate e in via preventiva su quelle ancora non colpite, mentre gli operatori comunali hanno già ricevuto un’adeguata formazione.   

La campagna informativa è stata organizzata congiuntamente dal Servizio fitosanitario regionale – Assessorato Risorse agricole ed alimentari – Dipartimento interventi strutturali e dall’Assessorato all’Agricoltura del Comune di Delia.

In un manifesto pubblico fatto affiggere ieri si danno ai cittadini precise indicazioni sulla normativa in materia, in particolare il Decreto assessoriale “Piano di azione regionale per il contenimento e l’eradicazione del punteruolo rosso delle palme in zone delimitate”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 6 del 14 febbraio 2011.

Il Decreto – si legge nel manifesto – prevede, tra l’altro, l’obbligo di abbattere e distruggere le palme dei generi Phoenix, od altri, colpite dal Punteruolo rosso delle palme. La legge prevede, tra le altre cose, che i proprietari dei giardini domestici, dove siano presenti palme infestate, hanno l’obbligo di segnalarle immediatamente al Servizio Fitosanitario Regionale. La mancata denuncia di piante infestate comporterà l’applicazione delle sanzioni amministrative previste dall’art. 54 del decreto legislativo n. 214/2005. I proprietari di palme infestate dovranno avvisare per tempo il Servizio Fitosanitario Regionale prima dell’inizio delle operazioni di abbattimento mentre le eventuali attività di risanamento e lotta dovranno essere preventivamente autorizzate. Poiché l’insetto è attratto dalle ferite dei tagli, sono da evitare gli interventi di potatura di foglie verdi.

“Dopo l’accertamento del punteruolo rosso in alcune piante – ha detto il sindaco di Delia, Gianfilippo Bancheri – ci siamo subito messi in moto, con tutte le risorse disponibili, per contrastare il fenomeno, che comunque è sotto il controllo degli organi regionali competenti”.

“Ora ci attendiamo – ha detto l’assessore all’Agricoltura, Antonio Gallo – che i cittadini facciano la loro parte e collaborino per evitare la diffusione dell’insetto nocivo. Da parte nostra stiamo facendo il possibile per fronteggiare il diffondersi del punteruolo rosso nel nostro territorio ed evitare così il depauperamento del verde pubblico. Tutelare le palme rappresenta per noi un’imperativo categorico. Vuol dire salvaguardare e valorizzare il nostro territorio, perché le palme per la nostra comunità rappresentano ormai una componente storica del paesaggio e dell’identità urbana”.

Intanto il dirigente dell’ufficio tecnico comunale, architetto Calogero La Verde ha dato disposizione al personale comunale di procedere al taglio delle foglie delle palme non ancora infestate e di procedere alla somministrazione di prodotti per prevenire l’infestazione dell’insetto, suggerendo “non solo di attivare le procedure di salvaguardia delle piante ma anche di informare i cittadini circa gli effetti del fenomeno e sui comportamenti corretti da assumere”.

Per le segnalazioni e per le comunicazioni di abbattimento bisogna contattare il Comune di Delia – Ufficio Tecnico oppure Ufficio Agricoltura – 2° piano del Palazzo Municipale oppure il Servizio Fitosanitario Regionale – U.O. 79 Interventi per il Controllo fitosanitario e vivaistico – c/o Condotta Agraria di Gela – Via Palazzi n. 100 – 93012 Gela (CL), Tel. 0933 935265 – Fax 0933 824942 – ipacl.controlli@regione.sicilia.it

9 su 10 da parte di 34 recensori Delia, punteruolo rosso ecco gli obblighi dei proprietari di palme infestate Delia, punteruolo rosso ecco gli obblighi dei proprietari di palme infestate ultima modifica: 2013-12-11T09:12:23+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento