Firenze, teatro Comunale corsia veloce per la vendita e prezzo fissato a 23 milioni

Via libera alla ‘corsia veloce’ per la vendita del Teatro Comunale, con un nuovo prezzo fissato a 23 milioni di euro: è quanto deciso oggi dalla giunta, con una delibera che fissa le nuove regole per l’alienazione del grande palazzo di via Solferino. Grazie a un recente decreto legge (il 133 del 30 novembre scorso), anche gli enti locali possono infatti utilizzare le stesse procedure semplificate dello Stato per la dismissione dei beni immobili, quando la vendita venga considerata “urgente per perseguire gli obiettivi di finanza pubblica” e il prezzo “sia determinato secondo criteri e valori di mercato”. Due condizioni che in questo caso sono pienamente rispettate, visto che il Teatro era da tempo inserito nel piano delle alienazioni del Comune e che il prezzo è stato determinato dopo l’ultima stima della Commissione Valutazioni Immobiliari. Altra condizione è che l’immobile sia liberato entro tempi certi, ovvero entro il 2014: ma come è noto, il trasferimento della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino nel Nuovo Teatro dell’Opera delle Cascine è previsto entro il prossimo agosto.
“L’amministrazione comunale non si è lasciata sfuggire questa importante opportunità, che porterà grandi vantaggi alle finanze del Comune – spiega l’assessore al Patrimonio Elisabetta Meucci – I 23 milioni (oggi non più destinati ai lavori per il Teatro dell’Opera realizzati con altre tipologie di finanziamento), ci permetteranno infatti di sostenere il piano degli investimenti e di migliorare il patto di stabilità”.
La delibera passerà ora all’esame del consiglio comunale per la definitiva approvazione.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, teatro Comunale corsia veloce per la vendita e prezzo fissato a 23 milioni Firenze, teatro Comunale corsia veloce per la vendita e prezzo fissato a 23 milioni ultima modifica: 2013-12-10T17:11:00+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento