Cefalù, vietato l’uso potabile e alimentare dell’acqua

A stabilirlo il sindaco Rosario Lapunzina in conseguenza all’eccessiva presenza di ferro e materiali tossici nell’acqua. Il tasso eccessivo di inquinamento, soprattutto lungo la rete idrica del centro storico, è stato accertato dall’Asp attraverso le analisi di alcuni campioni. Oltre a ferro, sono state trovate tracce eccessive di manganese, piombo e arsenico. La causa è stata individuata nella fatiscenza della rete di distribuzione. Il sindaco ha confermato il divieto di uso potabile già deciso a novembre quando le prime analisi avevano rivelato l’inquinamento.

Lascia un commento