Svincolo Scopoli, istituzioni e Quadrilatero incontrano cittadini

Per lo svincolo di Scopoli sul nuovo tracciato della strada statale 77 Val di Chienti è stato individuato un percorso condiviso al fine di superare gli attuali ostacoli e consentire la realizzazione di un’opera necessaria per il territorio. È quanto è emerso dall’incontro che si è svolto ieri, al centro sociale di Scopoli, tra i vertici della Quadrilatero Marche Umbria e i rappresentanti e la cittadinanza del Comitato a favore della realizzazione dello svincolo “Menotre”. All’incontro promosso dal sindaco di Foligno, Nando Mismetti, hanno partecipato l’assessore alle Infrastrutture della Regione Umbria, Silvano Rometti, ed il coordinatore regionale dell’Ambito di coordinamento “Territorio, Infrastrutture, mobilità”, Diego Zurli. Al centro della riunione, gli sviluppi legati alle criticità incontrate dal progetto di svincolo, per il quale è stato espresso parere negativo dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

“La Regione – ha sottolineato l’assessore Rometti – sta rispettando gli impegni con la cittadinanza della Val Menotre, presi in occasione della manifestazione tenutasi a fine ottobre. Nel giro di una settimana, abbiamo convocato una riunione per mettere a confronto la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici dell’Umbria e la società Quadrilatero Marche Umbria, al fine di individuare un percorso di fattibilità dello svincolo. Il percorso da seguire – ha ricordato – è stato individuato in alcuni aggiustamenti progettuali mirati ad attenuare ulteriormente l’impatto paesaggistico dell’opera. Il presidente della Quadrilatero, Guido Perosino, aveva offerto la piena collaborazione della società a rivedere in tal senso il progetto, accogliendo modifiche da condividere con le Autorità competenti. Da parte della Soprintendenza regionale per i beni architettonici e paesaggistici dell’Umbria è stata espressa la disponibilità ad effettuare approfondimenti progettuali nell’obiettivo di rivedere il parere negativo”.

“Alla realizzazione dello svincolo non possiamo rinunciare – ha ribadito il sindaco di Foligno Mismetti – per motivi legati in via principale alla qualità della mobilità della vallata, ma anche a ristoro dei disagi subìti dalla popolazione nel corso dei lavori di potenziamento dell’asse Foligno – Civitanova Marche”.

Il presidente della Quadrilatero, Guido Perosino, e l’amministratore delegato, Eutimio Mucilli hanno ripercorso l’evoluzione del progetto di svincolo riportandone lo stato attuale.

In particolare, il Presidente Perosino ricordando che la missione principale della Quadrilatero è quella di fare le infrastrutture, ha dichiarato: “Grazie all’intervento del territorio, tramite le sue rappresentanze politiche locali e centrali, ma anche dei cittadini, è stato possibile individuare un percorso per trovare una soluzione. Infatti, a valle dell’incontro ricordato dall’Assessore Rometti – ha aggiunto – abbiamo programmato nei prossimi giorni una riunione tecnica con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici dell’Umbria per valutare le proposte di modifiche progettuali da apportare allo svincolo. Questo lavoro propedeutico, al fine di ottenere un via libera certo, sarà a sua volta sottoposto a livello dei Ministeri competenti nell’ambito del Tavolo tecnico promosso pochi giorni fa dal Ministero delle Infrastrutture”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Svincolo Scopoli, istituzioni e Quadrilatero incontrano cittadini Svincolo Scopoli, istituzioni e Quadrilatero incontrano cittadini ultima modifica: 2013-12-05T16:26:29+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento