Genova, a Portofino la cerimonia commemorativa per i Martiri dell’Olivetta

Domenica 1 dicembre a Portofino, a partire dalle ore 10,  verrà ricordato il 69° anniversario dei “Martiri dell’Olivetta”,  a cura del Comitato Permanente della Resistenza della Provincia di Genova e con la partecipazione del Comune di Portofino. In rappresentanza del sindaco Marco Doria, interverrà alla cerimonia l’assessore Isabella Lanzone.

A Portofino, sulla spiaggia dell’Olivetta,  nella notte tra il 2 e il 3 dicembre del 1944 furono fucilati ventidue prigionieri politici prelevati dalla IV sezione del carcere di Marassi. Legati l’uno all’altro con filo di ferro, i corpi delle vittime furono caricati su barche e, zavorrati con pesanti pietre, gettati al largo in mare. L’eccidio venne compiuto in gran segreto e fu  molto difficile risalire all’identità delle vittime, per la cui identificazione si adoperò nel dopoguerra il vice questore della Liberazione Gelasio Adamoli, divenuto successivamente sindaco di Genova.

Il programma
Ore 10, messa in suffragio delle vittime nella chiesa parrocchiale di Portofino
Ore 10.45, deposizione di corone alla lapide che ricorda i martiri
Ore 11.30, saluto del sindaco di Portofino Giorgio D’Alia e orazione commemorativa del sindaco di Chiavari Roberto Levaggi
Esecuzione musicale della Filarmonica “Cristoforo Colombo” di Santa Margherita Ligure

Per i familiari dei Caduti che parteciperanno alla cerimonia il Comune di Genova mette a disposizione un pullman sino ad esaurimento posti, con partenza alle ore 8 da piazza Odicini a Voltri e fermate a Pra’ in  piazza Bignami, a Sestri Ponente in via Ciro Menotti, a Sampierdarena in piazza Montano e in piazza della Vittoria (lato IP).
Per informazioni, telefonare ad ANPI provinciale (010.541422).

9 su 10 da parte di 34 recensori Genova, a Portofino la cerimonia commemorativa per i Martiri dell’Olivetta Genova, a Portofino la cerimonia commemorativa per i Martiri dell’Olivetta ultima modifica: 2013-12-01T08:25:37+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento