Altomonte, sfida tra gli artisti della cucina

Approda per la prima volta in provincia di Cosenza, nella suggestiva cittadina di Altomonte, uno dei borghi più belli d’Italia, il tradizionale appuntamento annuale con l’alta ristorazione e l’enogastronomia d’eccellenza, il più importante evento nazionale di cucina competitiva per professionisti e scuole alberghiere. La rassegna di cucina, organizzata dall’Associazione Professionale Cuochi Calabresi, si svolgerà lunedì 25 novembre 2013 presso Palazzo dei Giacobini, un’antica ed elegante dimora gentilizia situata a pochi passi dal centro storico, che si tramuterà per un giorno in una straordinaria galleria di opere d’arte culinaria. L’arrivo di questo evento ad Altomonte è il frutto della collaborazione tra l’APCC e la famiglia Barbieri, che ha fortemente desiderato ospitare una kermesse ricca di significati: non solo nel quadro di un’attività di ristorazione fortemente legata al territorio, ma anche per le peculiarità del paese stesso, sempre disponibile a divenire ideale palcoscenico di attività connesse alla promozione del vicino Parco Nazionale del Pollino, della cultura giovanile, dell’arte e, soprattutto, della cucina. Come di consueto, alla manifestazione è prevista la partecipazione di centinaia di cuochi, pasticceri, cake designer e scultori provenienti da tutta Italia e anche dall’estero, che si cimenteranno nelle varie sezioni del concorso: le tre classiche categorie artistiche in tema di cucina, pasticceria e sculture; il Trofeo a squadre per le Scuole Alberghiere (unico in Italia, nato da un’idea del presidente dell’Associazione Professionale Cuochi Calabresi, Giuseppe Sgrò, e ribattezzato per l’occasione “Parco Nazionale del Pollino”); la terza edizione della Gara della Ristorazione Professionale, avvincente gara di cucina “calda”, in estemporanea, che alle ore 09.00 del mattino darà il via alla manifestazione. In questo spettacolare cooking show aperto al pubblico, 30 chef e pasticceri professionisti, selezionati in rappresentanza di tutte le regioni italiane e della Repubblica di Malta, si sfideranno a turno ai fornelli, su postazioni a vista, per preparare il loro piatto dal vivo, passaggio dopo passaggio, dalla manipolazione degli ingredienti fino alla composizione finale del piatto. Per una volta il talento dei migliori chef uscirà dalle cucine per esibirsi, senza riserve, davanti agli altri concorrenti, agli spettatori e alla stampa. A conferma dell’elevata professionalità richiesta, ogni concorrente potrà occupare la postazione assegnata soltanto per un tempo prestabilito e i piatti saranno oggetto non solo a giudizio estetico ma anche a degustazione da parte di una qualificata Giuria Tecnica che valuterà, inoltre, la mise en place, le tecniche di esecuzione e di cottura, la valenza nutrizionale. Ci sarà anche una novità per questa edizione, essendo Altomonte una delle capitali del Pane: è qui, infatti, che ogni anno si svolge la famosa “Gran Festa del Pane” ed è qui che ha sede l’INAP (Istituto Nazionale Assaggiatori Pani). Per promuovere la conoscenza di questo fondamentale e prezioso alimento, in collaborazione con l’INAP, verrà assegnato per la prima volta un particolarissimo premio speciale al piatto di cucina “calda” che proporrà il miglior abbinamento con un pane tipico della regione di provenienza del suo autore. Nel primo pomeriggio, invece, entrerà nel vivo la Rassegna Artistica, con l’esposizione dei piatti in gara nelle tradizionali sezioni di Cucina e Pasticceria, dove i partecipanti esporranno elaborati che, sebbene concepiti come verosimili piatti monoporzione di alta ristorazione, saranno particolarmente curati sotto il profilo della presentazione, per convincere e impressionare con la loro ricercatezza, raffinatezza e creatività la Giuria, in cui è prevista la partecipazione straordinaria di Francesco Mazzei, chef calabrese rinomato a livello internazionale. I piatti, presentati freddi e gelatinati, saranno delle vere e proprie creazioni artistiche, che delizieranno il pubblico con le loro sorprendenti forme, colori e abbinamenti, frutto dell’estro di cuochi ispirati, capaci di andare oltre il gusto, mediante la spettacolarizzazione delle composizioni e la trasfigurazione dei comuni ingredienti impiegati. Il genio e la creatività dei partecipanti si scatenerà come sempre nella sezione delle Sculture Artistiche,opere d’arte a tutti gli effetti, ma realizzate attraverso l’intaglio o la manipolazione di sostanze in linea di principio commestibili. Ma una sola novità non basta per questa speciale edizione: l’altissimo livello raggiunto dagli intagli vegetali presentati nelle precedenti edizioni non poteva che ricevere un’adeguata celebrazione. Un’importante novità di quest’anno sarà il conferimento del titolo di Campione di Intaglio Vegetale all’autore della migliore opera, che si aggiudicherà una scultura creata appositamente per l’occasione da un artista calabrese, in un unico esemplare, un’esclusiva creazione donata dall’Associazione Culturale Anassilaos di Reggio Calabria, da oltre 25 anni autorevole punto di riferimento nella promozione della cultura e dell’arte. In collaborazione con l’Accademia del Bergamotto di Reggio Calabria, al concorrente che meglio avrà saputo esaltare e valorizzare il Bergamotto, pregiato agrume caratteristico della provincia di Reggio Calabria, verrà assegnato l’ambitissimo e prezioso premio speciale realizzato dal celebre maestro orafo Gerardo Sacco. In un parallelo concorso a squadre parteciperanno i tavoli o i vassoi con i menù completi, dall’antipasto al dolce, realizzati dalle Scuole Alberghiere e dai Centri di Formazione Professionale Turistico Alberghieri. Si tratta del Trofeo “Parco Nazionale del Pollino”, che prevede requisiti regolamentari simili a quelli dei professionisti: unico in tutta Italia, il suo nome è un omaggio ai luoghi che ospitano la competizione. Costituirà un’eccezionale opportunità formativa per tutti i giovani concorrenti, che potranno osservare e studiare da vicino le raffinate tecniche sfoggiate dai numerosi professionisti presenti, con cui lavoreranno fianco a fianco per tutta la giornata. L’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione “Karol Wojtyla” di Castrovillari (CS) collaborerà, con i propri allievi, al ricevimento dei partecipanti e alla preparazione di una gustosa Cena di Gala, che si svolgerà presso l’Hotel Barbieri. Il banchetto sarà completamente ispirato alla gastronomia tipica calabrese e concluderà la giornata, costituendo l’ideale cornice per l’attesissimo momento delle premiazioni. Tra una portata e l’altra, infatti, saranno assegnati gli ambiti premi dei concorsi individuali, il Trofeo per le scuole e alcuni riconoscimenti speciali a chi riuscirà a distinguersi in determinati aspetti della tecnica culinaria, quali l’effetto artistico e la bravura dimostrata nel valorizzare ricette tradizionali e prodotti tipici. Inoltre, in questa occasione, avrà luogo il conferimento della cittadinanza onoraria da parte del Sindaco di Altomonte, Gianpietro Coppola, allo chef calabrese di fama internazionale Francesco Mazzei che, a Londra, nel suo ristorante “L’Anima”, porta alto il nome della cucina e dei prodotti made in Calabria. Oltre che un’avvincente competizione fra affermati professionisti e promettenti allievi delle scuole, la manifestazione sarà anche una vetrina privilegiata per tante eccellenze dell’enogastronomia regionale e nazionale: in un evento caratterizzato da competenza e professionalità, numerose aziende troveranno il contesto più favorevole per promuovere e far conoscere da vicino i loro prodotti, anche con stuzzicanti degustazioni.

Lascia un commento