Acireale, abbattimento dei consumi energetici del palazzo di Città

L’Amministrazione Garozzo ha consegnato i lavori di manutenzione straordinaria finalizzata all’abbattimento dei consumi energetici del Palazzo di Città. I lavori dovranno ultimarsi in 12 mesi. La ditta appaltatrice è la S.G.M. srl di Aci S.Antonio (capogruppo) con la R3Costruzioni mandante che si è aggiudicata i lavori con l’importo contrattuale di 2 milioni 129 mila euro (ribasso d’asta del 28,4703 %  Direttore dei lavori, l’ing. Pietro Agnello, mentre il responsabile unico del procedimento è l’ing. Salvatore Di Stefano (capo settore LL.PP.) L’importo complessivo dell’opera è di 4,5 milioni di euro (fondi comunitari) di cui € 2.942.241,93 per lavori, € 1.451.657,70 per somme a disposizione, €  106.100,37  per economie  e ribasso di progettazione.

Nel progetto si prevedono, nell’ambito del miglioramento della performance energetica, ma nel rispetto dello stato dei luoghi e della storia che essi rappresentano, misure volte alla riduzione dei consumi mediante modifiche edili e impiantistiche, nonché la produzione di energia attraverso l’istallazione di un sistema di riscaldamento e raffrescamento di tipo integrato a cogenerazione (generazione simultanea in un unico processo di energia termica ed elettrica mediante combustibile metano) che ottimizzi i consumi nel rispetto dell’ambiente. Si adeguerà quindi l’immobile alla normativa di sicurezza antincendio con l’abbattimento delle barriere architettoniche.

“Siamo estremamente felici dell’inizio dei lavori che apporteranno notevoli miglioramenti al Palazzo di città, unitamente all’autonomia energetica che consentirà enormi risparmi. Si tratta di risorse interamente comunitarie: un altro segno visibile della capacità che abbiamo avuto in questi anni nel raccogliere molti milioni di euro in opere pubbliche, senza toccare il Bilancio Comunale. Certo è prevedibile qualche disagio per lo spostamento degli uffici, ma è ben poco rispetto ai vantaggi” dice il sindaco Nino Garozzo

“Parte un’altra importante opera voluta da questa Amministrazione. In un anno verrà trasformato in meglio il palazzo che rappresenta tutti gli acesi e che è uno dei monumenti più importanti di Acireale. Un edificio imponente che godrà di un impianto di cogenerazione in grado di dare energia anche al vicino Palazzo del turismo” sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici Nuccio Calabretta.

“Ovviamente gli uffici ubicati nel ‘municipio’ verranno a brevissimo trasferiti in altre sedi comunali. Ad esempio, il Protocollo generale, che è il front office del Comune, sarà il primo ad essere trasferito nei locali  del Centro direzionale di via Degli Ulivi. La parte istituzionale, sindaco, segreteria, segretario generale, e presidenza del Consiglio andranno invece nel Palazzo del turismo Comunque, non appena sarà avviato il trasferimento degli uffici aperti al pubblico, saranno resi noti destinazioni e recapiti” spiega l’assessore al Patrimonio Mario Pavone.

Lascia un commento