Napoli, l’attivista Cristian D’Alessandro dovrà rimanere in Russia fino al 24 febbraio

Doccia fredda per Greenpeace ed i suoi attivisti coinvolti nell’azione di protesta contro la piattaforma petrolifera di Gazprom nell’Artico. Sono stati rilasciati su cauzione ma non potranno lasciare la Russia fino alla conclusione delle indagini. Solo in caso di chiusura del procedimento penale le autorità di competenza rilasceranno agli attivisti un visto di uscita dalla Russia.

Il napoletano Cristian D’Alessandro quindi trascorrerà le feste lontano dall’Italia. Gli inquirenti hanno fissato al 24 febbraio 2014 la data per concludere le indagini.

Lascia un commento