Reggio Emilia, studenti a lezione di giornalismo e teatro civile

Torna anche quest’anno il progetto didattico di legalità nelle scuole superiori promosso e finanziato dalla Provincia di Reggio Emilia, cui hanno dato la propria adesione 10 istituti superiori di Reggio e provincia. “I talenti per la legalità democratica”, che vedrà la partecipazione di numerosi esperti, presenta due novità significative: un corso di teatro civile contro le mafie in sei lezioni, “Fuori dal silenzio”, organizzato in collaborazione con Alessandro Gallo di Caracò, e un laboratorio di giornalismo d’inchiesta “Sulle tracce della notizia”, sempre in sei lezioni, in collaborazione con i ragazzi di Cortocircuito, a cui parteciperanno 60 ragazzi.

“Con questo progetto, che oramai procede da sette anni, abbiamo coinvolto circa ventimila studenti – spiega l’assessore provinciale Ilenia Malavasi – Quest’anno lo abbiamo arricchito grazie alla collaborazione di due realtà attive sul territorio, Caracò e Cortocircuito. Gli studenti avranno così la possibilità di partecipare anche a un laboratorio di  giornalismo d’inchiesta e a un corso di teatro civile”. L’assessore provinciale sottolinea anche che i primi incontri, che hanno coinvolto qualche centinaio di ragazzi, hanno già avuto un ottimo riscontro.

Domani, mercoledì 20 novembre, alle 15 nella Sala del Consiglio provinciale a Palazzo Allende sarà lo scrittore e giornalista Antonio Nicaso, che da anni collabora con la Provincia, ad aprire il laboratorio di giornalismo d’inchiesta curato da Elia Minari, coordinatore della redazione di Cortocircuito, con una relazione su “Le 5 W: la bussola del giornalista”. Il pomeriggio inizierà con il saluto della presidente della Provincia di Reggio Emilia, Sonia Masini, e una breve presentazione di “Fuori dal silenzio”, il laboratorio di teatro civile contro le mafie.

Al progetto nelle scuole “I talenti per la legalità democratica”, che proseguirà nel corso di tutto l’anno scolastico, partecipano l’Associazione nazionale Testimoni di giustizia, l’Associazione “Giorgio Ambrosoli” di Milano, Solidaria Onlus di Palermo, Associazione Cortocircuito, Giovani reggiani contro le mafie, Caracò Bologna, Comitato Addiopizzo junior e young (Palermo), Associazione “Padre Puglisi. Sì, ma verso dove?” di Palermo.

Lascia un commento