Fabriano, tredicenne suicida per il peso di dover migliorare a scuola

Potrebbe essere stata la motivazione scatenante che ha portato il minore a spararsi con la pistola del padre. L’unica situazione di lieve disagio emersa dagli accertamenti dei Carabinieri era il peso avvertito dal ragazzino nel fare i compiti. Il tredicenne frequentava la terza media. Aveva una capacità di apprendimento sufficiente, stava migliorando, ma per lui tutto questo comportava un enorme sforzo. La famiglia lo seguiva attentamente nel percorso scolastico. La mamma andava a tutti i colloqui, sorvegliava i suoi progressi. Forse lui non ha sopportato lo stress.

Lascia un commento