Firenze, cade da un’impalcatura morto l’operaio Gianfranco Fabbretto

L’infortunio mortale è avvenuto in una tenuta di via Santa Marta, all’interno del monastero delle suore Benedettine. Il muratore di 50 anni è deceduto dopo essere caduto da un’impalcatura. Gianfranco Fabbretto era originario di Pelago.

L’operaio stava lavorando all’interno di un monastero situato in via Santa Marta, una collina che domina Firenze. Il muratore era al lavoro su un ponteggio per ristrutturare la facciata di uno degli edifici del complesso.Secondo una prima ricostruzione, una parte dell’impalcatura avrebbe ceduto sotto il suo peso, facendolo precipitare a terra dopo un volo di dieci metri. Trasportato via in ambulanza in codice rosso, è deceduto a seguito delle ferite riportate.

La Polizia ha sequestrato il cantiere. Il pm di turno ha disposto l’autopsia sul cadavere. Sul posto anche personale della Asl.

Lascia un commento