Aosta, camminare ensemble prima festa delle associazioni

Domenica 27 ottobre, con inizio alle 16.30, si terrà presso la Cittadella dei giovani di Aosta la giornata di iniziative “Camminare ensemble – 1° Festa delle associazioni” , organizzata dalla Cittadella stessa in cooperazione con le associazioni di cittadini stranieri presenti nella regione – associazione donne latino americane Uniendo raices, Lega islamica autonoma in Valle d’Aosta, Associazione marocchina A.M.I.V.A, associazione albanese Lavdi Shqipe, associazione italo-rumena I Lumina – e in collaborazione con la cooperativa sociale Leone rosso che ha svolto il ruolo di coordinamento e proposta nel dipanarsi del progetto.

L’evento risulta essere un momento di particolare importanza in quanto da un lato permette di favorire l’incontro tra valdostani e cittadini stranieri in Valle d’Aosta, dall’altro vede per la prima volta la compresenza e la co-progettazione di tutte le associazioni attive in questo momento sul territorio in un’iniziativa complessa che riunisce in sé diversi momenti.

Alle 16.30 infatti, dopo i saluti delle autorità, avrà luogo una conferenza dal titolo “Il futuro è convivenza: conoscersi e riconoscersi per una nuova valdostanità. Nuove rotte culturali ed economiche tra l’Italia e il mondo”, alla quale parteciperanno amministratori, presidenti delle associazioni, docenti universitari ed esperti del settore, che vuole non solo aiutare a comprendere il momento attuale del fenomeno migratorio in Valle d’Aosta, ma anche favorire nuovi spunti di riflessione sulla realtà dei paesi di origine dei cittadini maggiormente rappresentati sul territorio, paesi in grande trasformazione e in forte espansione economica e diventati ormai appetibili anche per gli investitori europei.

Alle 18.45 verrà inaugurata l’area espositiva, curata da artisti delle associazioni coinvolte nel progetto, e verrà offerto un aperitivo valdostano, mentre dalle 19.00 aprirà il buffet dei piatti tipici delle varie zone di provenienza degli organizzatori: si potrà così accompagnare la tradizionale caipirinha con l’arepita de yuca o l’arroz con pollo dei paesi sudamericani per poi assaggiare le salsicce e le trote affumicate rumene, passare quindi ai prodotti tipici della gastronomia albanese e gustare dell’ottimo cuscus seguito dai rinomati dolci maghrebini.

La serata proseguirà poi dalle 20.00 con lo spettacolo di Musiche e danze dal modo”, dove tra un tango e una capoeira, un samba e una danza del ventre o attraverso i balli tradizionali rumeni gli artisti proposti dalle associazioni  racconteranno attraverso balli, danze e musica la propria cultura e le proprie tradizioni.

Partecipano:  Associazione donne latinoamericane Uniendo raices; Lega Islamica Autonoma in Valle d’Aosta; Associazione marocchina A.M.I.V.A.; Associazione albanese Lavdi Shqipe; Associazione italo-rumena I Lumina; Cooperativa sociale Leone rosso.

Lascia un commento