Caserta, seimila pazienti fantasma rimborsi non dovuti a 400 medici

Un vero e proprio ciclone si abbatte sulla sanità nel Casertano con danni all’Erario per 1,5 milioni rilevati dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Caserta che ha scoperto emolumenti non dovuti ma erogati dall’Asl di Caserta a circa 400 medici di base per l’assistenza sanitaria a 5.988 persone che non ne avevano diritto. Si tratta di 1.215 persone decedute, 2.010 emigrate all’estero e 2.763 trasferitesi fuori provincia.

I Finanzieri hanno analizzato e incrociato migliaia e migliaia di dati acquisiti nei 104 comuni della provincia di Caserta con quelli contenuti nell’anagrafe tributaria e nel database in uso al servizio di gestione e sistema informativo dell’Asl.

Lascia un commento