Cernobbio, oltre 2 milioni di famiglie non hanno reddito a sufficienza per l’indispensabile

E’ il dato allarmante che emerge del Paese. Il 45% riesce a pagare appena le spese senza permettersi ulteriori lussi. Sono i risultati della prima indagine su “La percezione della crisi e il Made in Italy” realizzata da Coldiretti-Ixè a ottobre 2013, e illustrata nel corso del Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione a Cernobbio. Dal rapporto emerge anche che sette italiani su dieci hanno paura di perdere il lavoro e che il 53% teme di non riuscire ad avere un reddito sufficiente per mantenere la propria famiglia.

Gli italiani avvertono psicologicamente il peso della crisi e oltre uno su tre (35%) si dichiara pessimista per il futuro e pensa che la situazione peggiorerà. “Emerge una forte preoccupazione e un senso di rassegnazione nei confronti sia della situazione generale del Paese che di quella personale in cui c’è bisogno di avere fiducia nel futuro” ha detto il Presidente della Coldiretti Sergio Marini.

In questa situazione la famiglia, rileva Coldiretti, è la principale fonte di welfare. Il 37% degli italiani è stato costretto infatti a chiedere aiuto economico per arrivare alla fine del mese ai genitori, il 14% a parenti e il 4% ai figli. La solidarietà tra generazioni è un modello vincente per vivere e stare bene insieme e non un segnale di arretratezza sociale e culturale come molti si ostinano ad affermare.

9 su 10 da parte di 34 recensori Cernobbio, oltre 2 milioni di famiglie non hanno reddito a sufficienza per l’indispensabile Cernobbio, oltre 2 milioni di famiglie non hanno reddito a sufficienza per l’indispensabile ultima modifica: 2013-10-18T10:04:27+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento