Carcere duro per Bernardo Provenzano nonostante la malattia

Confermato il 41 bis per il “Padrino”, in carcere dal 2006. Il Tribunale di sorveglianza di Roma ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dai legali di Bernardo Provenzano, che chiedevano la revoca del carcere duro per motivi di salute.

A luglio la Procura di Palermo aveva dato parere favorevole per la revoca del 41 bis al super boss di Corleone per motivi di salute.

Lascia un commento