Reato di clandestinità, Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio sconfessano i senatori

I grillini avevano fatto approvare un emendamento per l’abolizione del reato di clandestinità. “La loro posizione in Commissione è del tutto personale, non faceva parte del programma. Non siamo d’accordo sia nel metodo e nel merito” scrivono sul blog Grillo e Casaleggio. “Se durante le elezioni politiche avessimo proposto l’abolizione del reato di clandestinità l’M5S avrebbe ottenuto percentuali da prefisso telefonico”.

Lascia un commento