Crotone – Reggina, il sindaco dei Pitagorici scrive alle due tifoserie

Domani sera, alle 20.45, allo stadio Ezio Scida, nel posticipo del campionato di serie B, si disputerà l’attesissimo derby Crotone – Reggina. Si tratta di un incontro davvero delicato, in cui si giocano le sorti delle due squadre calabresi. Così alla vigilia del derby n° 22 allo “Scida”, (il primo incontro risale al 1945), il sindaco della Città di Pitagora Peppino Vallone sente l’ersigenza di rivolgersi alle due tifoserie perchè “l’auspicio, la certezza, è che come sempre il derby sia  condotto all’insegna della massima sportività dalle due compagini che fanno onore a tutto lo sport calabrese.
Avere due squadre – scrive Vallone – che, da anni, si producono ai massimi livelli calcistici è motivo di orgoglio per la Calabria intera.
Anche domani sera atleti, società, sostenitori sapranno esprimersi all’insegna dei valori fondamentali che lo sport insegna.
Per quanto riguarda la nostra squadra .- continua il primo cittadino di Crotone – non ci stancheremo mai di ringraziare la dirigenza che da vent’anni regala alla città grandi soddisfazioni realizzando questo piccolo miracolo sportivo che si chiama F.C. Crotone.
Poi c’è il campo. E questo ci dice che sono trentasette anni che manca la vittoria del Crotone in un derby.
Ma il campo dice anche che ci presentiamo all’Ezio Scida nella parte sinistra della classifica ed in doppia cifra con una squadra di giovani, irrobustita da qualche “vecchietto” come capitan Galardo, guidata da un giovane e bravo allenatore come Massimo Drago, in grado di esprimere un gioco che è apprezzato a livello unanime.
E questo è motivo di grande soddisfazione.
Poi,come si sa – conclude Vallone – le tradizioni sono destinate, prima o poi, ad essere infrante”.Crotone – Reggina

9 su 10 da parte di 34 recensori Crotone – Reggina, il sindaco dei Pitagorici scrive alle due tifoserie Crotone – Reggina, il sindaco dei Pitagorici scrive alle due tifoserie ultima modifica: 2013-10-06T14:50:04+00:00 da Mimmo Stirparo
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento