Serie B, sconfitto dopo quattro giornate il Crotone

Si fermano a quattro i risultati utili consecutivi del Crotone (tre vittorie, un pareggi). Contro il Cittadella, considerata alla vigilia una tappa difficile da parte del tecnico rossoblù e non a torto in considerazione dei risultati delle sei precedenti partite (quattro pareggi e nessuna vittoria) tale si è rivelata nel corso dei novanta minuti più recupero. Di fronte ad un simile avversario sceso in campo con l’intento di regalare ai propri sostenitori il primo successo stagionale non ce l’ha fatta il Crotone ad uscire dal Tombolato imbattuto nonostante la buona prova.

Schieramento iniziale del Crotone con la novità Pasqualini difensore sinistro al posto di Mazzotta in non perfette condizioni fisiche. Per il giovane difensore Pasqualini si è trattato della prima volta in campo fin dall’inizio dopo alcuni minuti giocati contro lo Spezia all’Ezio Scida. Altra novità tra i rossoblù, rispetto al precedente incontro, la presenza di Bernardeschi in sostituzione di Torromino e quella di Cataldi al posto di Matute (pure in non perfette condizioni) dirottato in panchina. Locali senza alcun cambio rispetto alla formazione che ha pareggiato in trasferta in quel di Novara.

Primo tempo senza particolari emozioni con riferimento a giocate pericolose che hanno fatto gridare al gol. Squadre attente a centrocampo ed in difesa che hanno concesso poco agli attaccanti avversari.

La svolta dell’incontro a favore del Cittadella potrebbe arrivare al minuto sessantesimo quando Prestia, subentrato da appena un minuto al posto di Cremonesi infortunato, tocca il pallone con il braccio in area di rigore ed è la massima punizione per i locali. Dal dischetto batte Di Roberto para Gomis. Il gol del vantaggio a favore dei locali che lo cercano con insistenza, favoriti dalla tattica difensiva degli ospiti, arriva al settantaquattresimo per merito di Donnarumma che trafigge l’incolpevole Gomis. Le sostituzioni operati da Foscarini: Coralli al posto del difensore De Leide; l’attaccante Colombo in sostituzione di Pecorini; hanno sortito l’effetto sperato della prima vittoria stagionale.

Il Crotone ha pagato pegno all’assenza di Matute e Mazzotta ma avrebbe potuto pareggiare il gol a pochi minuti dal termine. Prima Del Prete al minuto 84 costringe Di Gennaro ad una difficile respinta, raccoglie Dezi e respinge ancora il portiere, sulla ribattuta non arriva Pettinari (il giocatore è stato un’ombra in campo). Migliori in campo tra le fila del Crotone il difensore centrale Ligi ed il centrocampista Dezi. Buona la prova di Bidaoui finché è rimasto in campo, la sua sostituzione per motivi fisici.

Sotto la sufficienza Crisetig, una novità per il giocatore che è solito evidenziare ottime prestazioni.   

Cittadella   1

Crotone     0

Marcatori: Donnarumma 74°

Cittadella (3-5-2): Di Gennaro, Pellizzer, Gasparetto, Coly, Sosa, Alborno, De Leide (Coralli), Pecorini (Colombo), Di Donato (Minesso), Di Roberto, Donnarumma. All. Foscarini

Crotone (4-1-4-1): Gomis, Del Prete, Cremonesi (Prestia), Ligi, Pasqualini (Mastriani), Cataldi, Crisetig, Dezi, Bidaoui (Galardo), Pettinari, Bernardeschi. All. Drago

Arbitro: Marco Di Bello di Brindisi.

Coll. Nicolò Calò e Ciro Carbone

Quarto giudice: Stefano Giovani

Ammoniti: Bernardeschi, Pettinari

Angoli: 4 a 4

Recupero: 1 e 4 minuti

Risultati settima giornata

Cittadella – Crotone             1-0

Latina – Brescia                    2-0

Modena – Padova                 3-1

Palermo – Juve Stabia          3-0

Reggina – Carpi                    0-1

Siena – Trapani                     2-1

Spezia – Novara                    0-0

Varese – Ternana                  2-1

V. Lanciano – Bari               1-0

Avellino – Empoli  (lunedì ore 19.00)

Cesena – Pescara    (lunedì ore 21.00)

9 su 10 da parte di 34 recensori Serie B, sconfitto dopo quattro giornate il Crotone Serie B, sconfitto dopo quattro giornate il Crotone ultima modifica: 2013-09-28T15:56:10+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento