Cinquefrondi, ucciso con un colpo alla gola Domenico Primerano

Il corpo del disabile di 53 anni è stato trovato immerso in una pozza di sangue. Quando è scattato l’allarme e sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia del commissariato di Polistena, coordinati dalla Procura di Palmi.

Domenico Primerano soffriva di problemi mentali e viveva insieme alla sorella, a  un fratello anche lui disabile mentale e all’anziano padre, che è costretto a letto dalla malattia. L’omicidio è avvenuto in una casupola di campagna che si trova poco distante dall’abitazione della famiglia. Il medico legale ha verificato la presenza di un foro di proiettile alla gola.

Il delitto è avvolto nel mistero.

Lascia un commento