Insieme per…un uomo perbene, incontri su Enzo Tortora al Comune di Crotone

Dopo la brillante e fortunata iniziativa “Nati per scrivere” dedicata all’indimenticato giornalista Enzo Biagi che ha visto coinvolti numerosi istituti scolatici della città e che ha ospitato anche le figlie Bice e Carla Biagi, ecco che l’Amministrazione comunale di Crotone presenta “Insieme per…un uomo perbene”. Si tratta di una serie di incontri culturali destinati agli alunni studenti  ed incentrati sulla figura di Enzo Tortora, indimenticato giornalista e presentatore televisivo, di cui quest’anno ricorrono i trent’anni delle vicissitudini giudiziarie ed i venticinque anni dalla scomparsa.

 Verranno approfonditi, attraverso l’ausilio di esperti, temi come la legalità, la giustizia, il giornalismo, la televisione, tutti temi legati alla vita professionale e personale del compianto conduttore televisivo.
Per la circostanza gli Amministratori di Piazza  della Resistenza hanno inteso interpellare la figlia, Gaia Tortora, popolare giornalista, la quale ha espresso apprezzamento per l’iniziativa dando la propria disponibilità a presenziare alla giornata conclusiva del percorso. Perché, incontri di studio su Enzo Tortora? “Perché,  – scrive in una nota l’assessore alla Pubblica Istruzione Anna Curatola. -anche se lontano anagraficamente dai ragazzi che lo conosceranno attraverso gli incontri che si terranno nella casa comunale, rappresenta un uomo che ha incarnato, con la sua battaglia civile, valori che sono universali. Valori che valgono a tutte le latitudini e superano le distanze temporali” dichiara l’assessore alla Pubblica Istruzione Anna Curatola.

Insomma, ogni giovedì mattina,  il Palazzo riapre le porte agli studenti.

9 su 10 da parte di 34 recensori Insieme per…un uomo perbene, incontri su Enzo Tortora al Comune di Crotone Insieme per…un uomo perbene, incontri su Enzo Tortora al Comune di Crotone ultima modifica: 2013-09-24T16:50:55+00:00 da Mimmo Stirparo
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento