Serie B quinta giornata. seconda vittoria consecutiva del Crotone in quel di Brescia

Sul terreno del Mario Rigamonti di Brescia il Crotone restituisce alle rondinelle l’umiliazione dei cinque gol subiti la passata stagione ed impone la prima sconfitta stagionale alla squadra di mister Giampaolo. Enorme delusione del pubblico di casa che ancora non può gioire per il successo casalingo.

Per il Crotone si è trattato della seconda vittoria consecutiva, prima in trasferta, ottenuta con la presenza in campo, fin dall’inizio, del giovane Bernardeschi autore di un’ottima prestazione e del primo gol.

Il successo è anche merito di mister Drago per come ha predisposto la squadra. Ragnatela a centrocampo, solita difesa che si sta mettendo all’attenzione del calcio nazionale partita dopo partita, esterni di fascia molto mobili e pronti a sacrificarsi in fase di ripiegamento.

Assente Torromino per motivi fisici, è toccato a Pettinari non farlo rimpiangere in fase di realizzazione. Il secondo gol segnato dall’attaccante non ha fatto rimpiangere l’assente.

Primo tempo con il Crotone che non si fa sorprendere a centrocampo avendo predisposto un’attenta ragnatela con Crisetig, Matute, Cataldi, Bidaoui, ed a turno Bernardeschi e Cataldi.

Del Prete e Cataldi a destra, Mazzotta e Bidaoui a sinistra, sono state le spine nel fianco della difesa bresciana.

Ed è proprio da questo punto del campo che sono scaturite le marcature. Primo gol in seguito ad una giocata triangolazione iniziata a destra da Del Prete che crossa per Bidaoui a sinistra, proseguita da Mazzotta che con un perfetto assist consente a Bernardeschi (39°) di mettere dentro il pallone.

Due minuti dopo (41°) il raddoppio e questa volta l’assist vincente arriva da Bernardeschi per Pettinari che davanti a Cragno non sbaglia.

È un Crotone padrone del campo che concede poco agli avversari fino al riposo.

La ripresa denota un certo nervosismo da parte di Giampaolo verso i suoi, tant’è che manda in campo l’attaccanti Mitrovic in sostituzione del centrocampista Oduamadi, e dal centrocampo toglie anche lo spento Finazzi per fare posto a Grossi.

Le due sostituzioni sembrano avere l’effetto sperato giacché al 49° il Brescia accorcia le distanze con Di Cesare approfittando della solita ingenuità dei difensori ospiti sui calci d’angolo.

Nessun altro pericolo per il Crotone fino al minuto 33° quando Juan Antonio manda il pallone a sfiorare il palo alla sinistra di Gomis.

Nessun attenuante alla sconfitta del Brescia anche se è rimasto in dieci per metà ripresa. Ciò che ancora manca agli uomini di mister Giampaolo è un po’ d’ordine a centrocampo e più decisionismo in attacco dove le tre punte non hanno mai impensierito adeguatamente il bravo Gomis.

Per il Crotone la vittoria contro le rondinelle potrebbe essere la continuazione di una nuova era a proposito della classifica.

Brescia       1

Crotone     2

Marcatori: Bernardeschi 39°, Pettinari 42°, Di Cesare 49°

Brescia (4-3-3): Gragno, Lasik, Di Cesare, Freddi, Kukoc, Coletti, Scaglia, Budel, Finazzi, Caracciolo, Oduamadi. All. Giampaolo

Crotone (4-3-2-1): Gomis, Del Prete, Cremonesi, Ligi, Mazzotta, Matute, Crisetig, Cataldi, Pettinari, Bidaoui, Bernardeschi. All. Drago

Arbitro: Francesco Paolo Saia di Palermo

Assistenti: Massimo Melloni e Alfredo Zivelli

Quarto giudice: Cristian Brasi di Seregno

Ammoniti: Del Prete, Gomis, Ligi, Mazzotta, Grossi, Di Cesare

Angoli: 4 a 1 per il Brescia

Recupero: 1 e 7 minuti

Lascia un commento