Nascono due nuove scuole in provincia di Bari a Bitonto e Molfetta

Lunedì 23 settembre 2013 alle 10.00 in Via Togliatti n. 4 a Molfetta il Presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli, interverrà alla cerimonia di posa della prima pietra per la costruzione di un nuovo edifico scolastico.

Si tratta dell’ampliamento dell’Istituto Tecnico Industriale “Galileo Ferraris” che ospiterà 15 aule, laboratori e palestra.

L’opera, il cui importo complessivo interamente finanziato dalla Provincia di Bari è di circa 4 milioni e 200 mila euro, sarà realizzata in un anno.

Alle ore 11.00 il Presidente Schittulli si sposterà a Bitonto, in Largo Rodari, per l’inaugurazione della nuova sede dell’Istituto Professionale per i Servizi Sociali, Commerciali e Turistici “Tommaso Traetta” realizzata dalla Provincia in meno di un anno. Il nuovo edificio conta di 15 aule, laboratori, palestra ed auditorium, per un costo complessivo di 4,5 milioni di euro.

Alle cerimonie interverranno oltre al Presidente della Provincia, Francesco Schittulli,  l’Assessore provinciale all’Edilizia Scolastica, Stefano Diperna, i Sindaci dei Comuni di Molfetta e Bitonto rispettivamente, Paola Natalicchio e Michele Abbaticchio, il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, Franco Inglese, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale, Mario Trifiletti ed i Dirigenti scolastici degli istituti.

“Nonostante le ristrettezze economiche ed i sensibili tagli operati agli enti locali, questa amministrazione continua ad investire ingenti risorse sull’edilizia scolastica per garantire ai nostri giovani e a tutti agli operatori del mondo della scuola strutture degne delle loro aspettative, oltre che funzionali e sicure. L’edilizia scolastica, così come l’impegno per le fasce più deboli, la formazione professionale dei giovani, la viabilità,– continua Schittulli – sono servizi essenziali ai cittadini che richiedono un forte impegno politico –  amministrativo da parte di tutte le Istituzioni competenti per assicurare un’offerta di qualità al nostro territorio”.

Lascia un commento