Rivabella di Rimini, romena di 33 anni trovata morta all’interno dell’albergo Scilla

Il corpo della vittima è stato trovato dalla titolare della pensione in un lago di sangue, con un coltello piantato nel cuore, nella cucina al primo piano. La vittima sarebbe morta sul colpo, colpita da una coltellata sferrata dall’alto verso il basso.

La pensione in questi giorni non ospitava più turisti per la chiusura della stagione. La cameriera aveva quindi finito di lavorare ed era stata retribuita per il lavoro svolto. Proprio oggi doveva fare ritorno nel suo paese.

Descritta come una bella donna, dai caratteri mediterranei, tempo addietro aveva perso un figlio di 12 anni, morto annegato in Romania.

Lascia un commento