Parenti, abusi sessuali su due minori indagato il sacrestano Giuseppe Calfa

L’uomo di 76 anni era già stato condannato per un caso, risalente al 2007. Nel corso del dibattimento relativo al primo abuso, sarebbero però emersi altri due casi di presunte violenze, sui quali la Procura ha agito d’ufficio, mancando le denunce dei parenti delle giovani vittime.

Si sarebbe appurato che il sacrestano Giuseppe Calfa avrebbe baciato e palpeggiato, contro la loro volontà, due giovanissime ragazze, all’epoca dei fatti minorenni, che si erano recate nella chiesa del Carmine di Parenti, dove l’anziano faceva il sacrestano.

Lascia un commento