Sul termovalizzatore del Gerbido necessaria maggiore trasparenza

“L’audizione di oggi di Trm, Arpa e Ato sulle anomalie di funzionamento del termovalizzatore del Gerbido ha teso a rassicurare sugli eventi rilevati, giudicati “normali” nella fase di avvio di un nuovo impianto.

Tuttavia, crediamo urgente avere ulteriori chiarimenti sulle cause che hanno determinato le violazioni delle prescrizioni autorizzative e conseguente denuncia alla magistratura.

Due di queste sono relative alla modalità di svuotamento della cinghia di trasmissione dei rifiuti e alla mancata comunicazione del riavvio della linea 2. Altre due invece corrispondono al superamento dei valori delle emissioni delle polveri sottili, rilevato ai camini.

Su questi aspetti è necessaria maggiore trasparenza, così come sulla gestione delle scorie pesanti.

Parte di esse verranno gestite da SADI Servizi Industriali, proprio quell’azienda su cui ci si era impegnati alla rilocalizzazione per diminuire il carico ambientale inella zona.

L’assessore Ravello ha rassicurato che SADI procederà alla loro gestione su una piattaforma non situata nel sito di Orbassano. Non abbiamo però certezza di questo impegno, e a tal proposito abbiamo presentato un’interrogazione”.

E’ quanto scrive in una nota il consigliere regionale Monica Cerutti, Sinistra Ecologia Libertà.

9 su 10 da parte di 34 recensori Sul termovalizzatore del Gerbido necessaria maggiore trasparenza Sul termovalizzatore del Gerbido necessaria maggiore trasparenza ultima modifica: 2013-09-16T15:41:47+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento