Modena, droga colpo alla mala albanese 54 arresti

Un’operazione vasta ed incisiva con 48 corrieri arrestati in flagranza, 162 indagati, altre 74 persone identificate e oltre 26 kg di droga sequestrata, di cui 23 suddivisi tra eroina “brown sugar” e “rosa”, 3 kg di hashish e 700 gr di cocaina, oltre a 70 kg di sostanza da taglio. Una brillante operazione antidroga condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Modena in codice “Bisht” (“codino”), dal soprannome di uno degli arrestati. Smantellata un’organizzazione criminale dedita alla detenzione e allo spaccio. I provvedimenti sono stati eseguiti in nove città tra cui Modena, Bari, Ferrara, Milano, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Siracusa e Trieste.

Le indagini hanno consentito di individuare un gruppo a composizione mista, capeggiato da vari soggetti di spicco della criminalità albanese dediti all’attività illecita di narcotraffico internazionale e composto, altresì, da persone di origine magrebina in grado di rifornire l’intera provincia di Modena, la regione Emilia Romagna e gran parte del Nord di eroina “rosa” e “brown sugar”.

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Modena, insieme alla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga e il Servizio Centrale Operativo del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ha consentito di sgominare l’organizzazione con base logistica a Modena e collegamenti con tutte le regioni del Nord, che utilizzava la rotta “turco-albanese” per l’ingresso della droga in Italia.

Nel corso delle perquisizioni sono state sequestrate nove auto, due motoveicoli, 50 mila euro in contanti, armi tra cui una pistola semiautomatica, modello 7,65 con matricola abrasa e relativo munizionamento.

Lascia un commento