Il Corriere della Sera incontra l’orafo crotonese Michele Affidato

 

 

Nell’edizione di sabato scorso, 7 settembre, il Corriere della Sera ha incontrato, nel suo prestigioso laboratorio della centralissima Piazza Pitagora di Crotone, l’orafo dei Papi Michele Affidato. Nello speciale dedicato all’artigianato ed in particolare all’oreficeria, il giornalista Alessandro Luongo ha colloquiato con l’orafo crotonese.

Secondo Luongo “il lavoro artigianale richiede tempo ed attenzione. Motivo per il quale Affidato non si è lasciato pienamente coinvolgere dalla mondanità alla quale preferisce lo svago semplice e gli amici, sovraesporsi significherebbe cedere alle regole della super produzione a discapito della qualità”.

Sì, proprio così.  Michele Affidato opera e crea con assoluta dedizione e senza fronzoli guardando  soprattutto alla sua terra, Crotone e la Calabria,  come giustamente il Corsera annota.

 “Al sud, ed in Calabria in modo particolare – commenta il maestro orafo – c’è tanta voglia di crescere e di mostrare al mondo che questa è una regione fatta di tanta gente per bene. Una terra ricca di storia, di cultura e di grandi artisti”.

Anche questo settembre si presenta impegnatissimo per Michele Affidato, che mercoledì 18 sarà a Roma per la benedizione delle corone della Madonna Regina Pacis della Cattedrale di Ostia, da parte di Papa Francesco, che Affidato incontrerà per la quarta volta dall’inizio del suo pontificato e l’incoronazione della Madonna  che è prevista per fine settembre avverrà proprio nella Cattedrale di Ostia alla presenza di alte autorità ecclesiastiche.

Nella prossima settimana Affidato sarà impegnato, nella chiesa Madre di Castelsilano, nella fusione dell’oro per la realizzazione dello stellario per la Beata Vergine Immacolata. La fusione dell’oro è uno dei riti più antichi e commoventi di quest’arte, e Michele Affidato è uno dei pochi artisti che continua a far vivere questa ritualità nelle chiese italiane. Sempre in questo periodo l’orafo crotonese ha realizzato i premi per l’evento “Nella memoria di Giovanni Paolo II” che il prossimo 21 settembre si celebrerà all’interno dell’istituto penale per minorenni “Malaspina” di Palermo, evento voluto e realizzato in collaborazione con l’Arcidiocesi e il Comune di Palermo, e la Conferenza Episcopale Italiana.

E dopo le deliziose creazioni dell’arte sacra  anche l’arte che impreziosisce la bellezza terrena e per questa Michele Affidato sta lavorando alla nuova collezione di gioielli il cui testimonial sarà sempre la bellissima Anna Falchi.

 

9 su 10 da parte di 34 recensori Il Corriere della Sera incontra l’orafo crotonese Michele Affidato Il Corriere della Sera incontra l’orafo crotonese Michele Affidato ultima modifica: 2013-09-10T14:52:20+00:00 da Mimmo Stirparo
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento