Girifalco, ucciso in un agguato il reggino Luciano Merlino

Ancora sangue in Calabria. La vittima si trovava nel centro del paese in provincia di Catanzaro. Luciano Merlino, 46 anni, era per strada, all’ingresso dell’abitato, quando è passata una moto con due persone a bordo che hanno sparato una decina di colpi di pistola, uccidendolo sul colpo. Merlino era nato a Palmi nel Reggino ma da anni si era trasferito a Girifalco. Proprio a Palmi era stato condannato a 25 anni di reclusione per l’omicidio dell’imprenditore Rosario Sgro, assassinato il 4 maggio 1989 davanti al municipio della città del centro della Piana di Gioia Tauro.

L’omicidio era stato inquadrato dagli inquirenti nella faida tra le famiglie Gallico e Condello, che andava avanti da una decina d’anni. In seguito Merlino era stato condannato anche per associazione mafiosa sempre in relazione allo scontro tra le famiglie Gallico e Condello di Palmi. Un paio di anni fa l’uomo era stato scarcerato e sottoposto a divieto di dimora nella provincia di Reggio Calabria e si era trasferito a Girifalco.

Gli investigatori, al momento, non escludono alcuna ipotesi circa il movente. I Carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro stanno cercando di verificare se l’omicidio avvenuto stasera possa essere messo in relazione con le vicende passate di Merlino.

Lascia un commento