Nazionale verso i mondiali sfide con Bulgaria e Repubblica Ceca

Gli azzurri stanno preparando la doppia sfida che potrebbe consentire di raggiungere la matematica certezza di partecipare alla Fase finale dei Mondiali 2014 in Brasile. Venerdì 6 settembre 2013, alle ore 20.45, al Renzo Barbera di Palermo andrà in scena Italia – Bulgaria. Martedì 10 settembre 2013, alle ore 20.45, allo Juventus Stadium di Torino inizierà Italia – Repubblica Ceca. Di seguito la lista dei giocatori convocati:

Portieri: Buffon (Juventus), Marchetti (Lazio), Sirigu (Paris Saint Germain).

Difensori: Abate (Milan), Antonelli (Genoa), Astori (Cagliari), Barzagli (Juventus), Bonucci (Juventus), Chiellini (Juventus), Maggio (Napoli), Ranocchia (Inter).

Centrocampisti: Aquilani (Fiorentina), Candreva (Lazio), Cerci (Torino), De Rossi (Roma), Diamanti (Bologna), Florenzi (Roma), Giaccherini (Sunderland), Montolivo (Milan), Thiago Motta (Paris Saint Germain), Pirlo (Juventus), Verratti (Paris Saint Germain).

Attaccanti: Balotelli (Milan), El Shaarawy (Milan), Gabbiadini (Sampdoria), Gilardino (Genoa), Insigne (Napoli), Osvaldo (Southampton).

Tra le due gare, la più difficile potrebbe essere la prima. Non tanto per l’avversario, quanto per le assenze a cui dovrà rinunciare Cesare Prandelli. Riccardo Montolivo, Mario Balotelli e Daniel Osvaldo salteranno, per squalifica, il primo dei due match. Tre titolari per il ct italiano che saranno rimpiazzati da Aquilani, Gilardino e Gabbiadini.

In mezzo al campo si rivede Thiago Motta, mentre in avanti Gabbiadini riceve la sua prima chiamata per una gara ufficiale. Rimangono in Azzurro anche Giaccherini ed Osvaldo, nonostante i loro trasferimenti in Inghilterra, mentre non vengono ancora presi in considerazione Cassano e Di Natale.

9 su 10 da parte di 34 recensori Nazionale verso i mondiali sfide con Bulgaria e Repubblica Ceca Nazionale verso i mondiali sfide con Bulgaria e Repubblica Ceca ultima modifica: 2013-09-03T16:03:52+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento