Teramo, tiene la nipote di tre anni in braccio minacciando di farla cadere giù dal balcone

Ad evitare il peggio gli agenti di Polizia che hanno convinto un uomo di 27 anni a desistere e a rientrare in casa. E’ accaduto in viale Crucioli a Teramo dove i cittadini hanno chiamato il 113 segnalando urla provenienti da un appartamento al terzo piano. Quando i poliziotti della Volante sono arrivati sul posto hanno dovuto constatare che sul balcone, in evidente stato confusionale a causa dell’alcol, vi era un giovane con una bimba in mano che minacciava di lasciarla cadere. Raggiunto l’appartamento, gli agenti hanno trovato la sorella dell’uomo, madre di un’altra bimba, ferita alla testa, nonché la loro genitrice contro cui lo stesso esagitato si era scagliato con schiaffi e spintoni durante una lite familiare. Con grande difficoltà i poliziotti sono riusciti a bloccare il giovane ma la violenza non è cessata. L’uomo, per cercare di divincolarsi, si è scagliato contro gli agenti.

In Questura l’uomo ha continuato con gesti autolesionistici cercando di battere la testa contro i muri. A quel punto è stato disposto il ricovero nel reparto psichiatrico di Teramo. Gli agenti hanno riportato contusioni ed ecchimosi e il giovane è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia e lesioni a pubblico ufficiale.

Lascia un commento