Siria, la Russia diffida di Obama

Ancora divergenze tra le due ex potenze mondiali. Il Cremlino non crede alle prove fornite dagli Usa sull’uso di armi chimiche da parte di Damasco. A parlare di “molte incongruenze” e “moltissimi dubbi” è il Ministro degli Esteri Lavrov. Dalla Russia ribadiscono che il paese insieme alla Cina è favorevole solo “per soluzioni diplomatiche” e sono “contrarie al ritorno al linguaggio degli ultimatum e alla rinuncia del negoziato.

Lascia un commento