Bologna, c’è un caso di positività al virus H7N7 è un lavoratore della Eurovo

Ad essere contagiata una persona esposta per motivi professionali ai volatili negli allevamenti colpiti dal virus in Emilia Romagna. La persona affetta dal virus ha la congiuntivite. A rendere noto il caso, con un comunicato, è il Ministero della Salute. L’addetto è impiegato in uno degli allevamenti del gruppo Eurovo colpiti dal virus. Lo ha confermato l’azienda stessa. ‘’Il virus H7N7 – precisa il Ministero nella sua nota – non viene facilmente trasmesso all’uomo, che può nfettarsi solo se viene a trovarsi a contatto diretto con l’animale malato o morto’’.

A differenza di altri virus di aviaria, ‘’H7N7 tende a dare nell’uomo una patologia di lieve entità (come la congiuntivite), come già osservato in un focolaio umano verificatosi anni fa in Olanda. Essendo rara la trasmissione da persona a persona, i focolai umani tendono ad autolimitarsi, per cui il rischio di comunità è estremamente basso o addirittura irrilevante. La Regione Emilia-Romagna, di concerto col Ministero della Salute, avendo prontamente identificato i focolai animali, ha adottato tutte le procedure necessarie a porre sotto controllo l’infezione’’.

“I controlli negli allevamenti proseguono senza sosta e allo stato attuale nessun altra positività è emersa. Pertanto il numero di focolaiaccertati resta di quattro. Egualmente stanno proseguendo le operazioni di abbattimento dei volatilinegli allevamenti focolaio, al momento concluse nell’allevamento di Ostellato e di Portomaggiore, in provincia di Ferrara, nonché negli allevamenti autorizzati per l’abbattimento preventivo nelle aree a rischio”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento