Castelnovo Sotto, Alberto Montanari avvelena la moglie Simona Balladini con il vino all’insetticida poi si uccide

La tragedia familiare si è consumata in provincia di Reggio Emilia. Un agricoltore pensionato di 69 anni, di Castelnovo Sotto, Alberto Montanari, ha tentato di uccidere la consorte Simona Balladini, 65 anni, poi si è tolto la vita. I due coniugi aveva avuto lunedì un violentissimo litigio. Il figlio Fabio era stato chiamato dalla madre colta da un malore. Il figlio l’aveva portata in ospedale dove la donna era stata ricoverata, non in pericolo di vita, per un evidente avvelenamento. Tornato a casa, il giovane aveva trovato il corpo senza vita del padre.

Allertati i Carabinieri hanno trovato Alberto Montanari morto nella sala da pranzo. I primi accertamenti confermavano l’ipotesi dell’avvelenamento. I militari hanno trovato in un deposito attrezzi, vicino al casolare, un potente insetticida usato in agricoltura. Secondo quanto accertato, sarebbe stato sciolto nel vino da Montanari, vino sorseggiato dalla moglie prima di pranzo. Dopo che la donna, colta da malore, era stata portata in ospedale dal figlio, l’anziano si sarebbe suicidato bevendo anch’egli il vino all’insetticida.

9 su 10 da parte di 34 recensori Castelnovo Sotto, Alberto Montanari avvelena la moglie Simona Balladini con il vino all’insetticida poi si uccide Castelnovo Sotto, Alberto Montanari avvelena la moglie Simona Balladini con il vino all’insetticida poi si uccide ultima modifica: 2013-08-20T11:14:05+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0