Caivano, Antonio e Filippo Barbato picchiano poliziotti per fare fuggire lo spacciatore

Hanno aggredito gli agenti per evitare l’arresto di un loro familiare, sorpreso a spacciare in una delle tredici piazza di spaccio del Parco Verde a Caivano. Protagonisti Antonio Barbato, 65 anni, e suo figlio Filippo, 24 anni, entrambi residenti nel Parco Verde. Padre e figlio si sono scagliati contro due agenti del commissariato di Afragola, che avevano bloccato lo spacciatore, ingaggiando una violenta colluttazione.

Durante lo scontro, Antonio Barbato ha estratto un coltello a scatto con una lama di circa trenta centimetri cercando di colpire gli agenti, che invece sono riusciti a disarmare l’aggressore, che è stato ammanettato insieme al figlio.

Grazie a questo diversivo, lo spacciatore è riuscito a dileguarsi e far perdere le sue tracce. Il pusher, già identificato, è ora ricercato.