Catanzaro, confiscati beni a Guglielmo Bonaventura figlio del defunto boss Giovanni

Il destinatario del provvedimento è cugino del pentito Luigi Bonaventura, alias ‘Gnè Gnè’. Guglielmo Bonaventura, 44 anni, è stato arrestato nel 2008 nell’operazione Eracles, condotta dalla Dda di Catanzaro, e condannato a 12 anni di reclusione per associazione per delinquere di tipo mafioso. Il sorvegliato speciale, attualmente detenuto, ha subito, inoltre, una condanna a 20 anni per un omicidio accaduto nel 1991.

I beni confiscati per l’ammontare di 1 milione di euro consistono in un’azienda, due appartamenti ubicati in un complesso residenziale estivo, un villino e tre rapporti finanziari.

9 su 10 da parte di 34 recensori Catanzaro, confiscati beni a Guglielmo Bonaventura figlio del defunto boss Giovanni Catanzaro, confiscati beni a Guglielmo Bonaventura figlio del defunto boss Giovanni ultima modifica: 2013-07-31T06:21:02+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0